La mobilitazione di Manhattan difende una clinica dai manifestanti anti-scelta

Clicca per vedere gli articoli pubblicati

Traduzione dell’articolo Manhattan Mobilization Defends Clinic From Anti-Choice Protesters

photo: @AshAgony

Sabato 7 maggio, un folto gruppo di sostenitori dell’aborto guidati dalla NYC for Abortion Rights (NYCFAR) ha difeso con successo una clinica Planned Parenthood di Manhattan e ha impedito agli estremisti anti-scelta di marciare fino a lì per molestare i pazienti. La NYCFAR organizza regolarmente azioni di difesa delle cliniche fuori dalla Cattedrale di San Patrizio, che l’Arcidiocesi cattolica di New York utilizza come luogo di allestimento per le sue proteste anti-aborto chiamate “Witness for Life” (Testimone per la vita).

Il primo sabato del mese, i fanatici anti-scelta hanno tentano di marciare da San Patrizio per molestare l pazienti. La NYCFAR ha tentato per anni di rallentarli mobilitando i sostenitori dell’aborto nell’occupare i marciapiedi e le strade. In risposta alla decisione trapelata della Corte Suprema sul caso Dobbs, che avrebbe ribaltato la Roe v. Wade, una folla numerosa ed entusiasta si è radunata fuori dalla chiesa e, per la prima volta, è riuscita a dissuadere la folla dal marciare verso la clinica. Mentre alcuni manifestanti anti-aborto si sono recati separatamente alla clinica, i membri della NYCFAR li hanno circondati con ombrelli in modo che le pazienti non li vedessero.

Un organizzatore della NYCFAR ha riflettuto sull’azione, dichiarando: “Come persona che ha difeso le cliniche prima del leak, penso che sia estremamente cruciale farlo ancora di più ora. Non siamo contro le chiese o i cattolici. Siamo contro le persone della Chiesa che vanno a molestare le pazienti che cercano di abortire. Continueremo a difendere le nostre cliniche e saremo pronti ad affrontare i futuri estremismi di destra”.

 

Durante l’azione, i manifestanti a favore dell’aborto hanno tenuto cartelli e cantato. Quando la folla ha appreso che gli attivisti anti-scelta non avrebbero marciato, si è tenuto un discorso improvvisato. Una registrazione è diventata virale quando un piccolo gruppo di estremisti di destra che si trovava sui gradini della chiesa ha iniziato ad urlare minacce sessiste ai sostenitori dell’aborto. Uno di questi giovani indossava un cappellino con su scritto “America First”, che lo collegava al movimento “Groyper” di Nick Fuentes. La sua identità e quella degli altri presenti sui gradini della chiesa è stata poi resa pubblica dagli antifascisti locali.

NYCFAR organizza azioni di difesa delle cliniche abortive di New York dal 2017. Nel 2021, l’attenzione di NYCFAR si è concentrata sulla difesa di una clinica Planned Parenthood di Brooklyn e, dopo una campagna di mesi di difesa della clinica, organizzazione della comunità, petizioni e telefonate, la chiesa cattolica che ospitava gli estremisti anti-aborto ha annunciato che non lo avrebbe più fatto. NYCFAR è presente sui social media: Twitter, Instagram, Facebook e TikTok.

Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.